Samuele Zambelli, un “capolavoro” nella 98^ Coppa San Geo

27 Febbraio 2022 0 Di Giorgio Addis

Samuele Zambelli subito dopo il traguardo si lascia andare un grido di liberazione.
Dopo avere sfiorato tre volte la vittoria nell’opening che regala una immensa
soddisfazione, questa volta ce l’ha fatta ed è strafelice. “Sapevo di poter vincere
questa corsa. Ci sono sempre andato vicino e finalmente me la porto a casa”.
Trentino, per alcuni anni alla Iseo Serrature Carnovali Rime Sias, ha anche rischiato
di rimanere senza contratto. “Invece c’è stata la chiamata della Work Service Group
e sono felice di aver fatto questa scelta: mi trovo bene e sono certo di dare seguito a
questa vittoria”. Nel Bresciano conta ancora tanti amici. “Ho trascorso anni
importanti al team di Marika Regosa e non posso che ringraziare chi mi è sempre
stato vicino. Con la mia ex squadra sono tuttora in buoni rapporti e credo condivida
questa mia vittoria”. Tra gli sponsor del suo club c’è anche l’Androni, per cui
ipotizzare il passaggio tra i professionisti non è un azzardo. “Sicuramente no. Però
devo dimostrare di meritare la promozione”.
Flavio Zappi, ex corridore che ha pure ottenuto nel 1980 il 3° posto nell’opening a
Padenghe sul Garda, da otto anni è al vertice della Zappi Academy, nelle cui fila
milita il britannico Matthew Kingston. “Per Matthew questo 2° posto vale come una
vittoria. E’ un ragazzo che ha delle qualità e oggi l’ha dimostrato. Dove può arrivare?
Il più in alto possibile. Intanto me lo coccolo nel mio ritiro-albergo di Riolo Terme”.
Primattore nel 2021, 3° ieri: Davide Persico ha confermato di essere uno dei
dilettanti più forti in circolazione. “Non nego di avere pensato ad un certo punto al
bis consecutivo. Nell’ultimo gir sentivo le gambe piene e senza l’attacco di Zambelli
probabilmente sarei riuscito a ottenere un altro successo in questa splendida corsa.
Però sono comunque soddisfatto”.
L’ex professionista Dario Nicoletti, con Marco Milesi alla conduzione tecnica della
Biesse Carrera Premac è soddisfatto dei suoi ragazzi. “Il danese Anders Foldager
quando la corsa si è infiammata si è fatto trovare pronto. Il 6° posto non è da
buttare considerato il campo die partenti”.
La Delio Gallina Ecotek Lucchini Colosio ha archiviato un’ottima prestazione
complessiva anche se ha mancato il podio. Walter Calzoni, Davide Bauce e Francesco
Di Felice si sono fatti notare ed avrebbero meritato miglior sorte. “Sapevo che​
qualche nostro ragazzo avrebbe potuto fare bene – dice patron Delio Gallina -, e alla
fine posso ritenermi soddisfatto perchè ho visto la nostra maglia costantemente
nelle prime posizioni. Calzoni è stata davvero bravo entrando in numerosi episodi.
Bauce al momento opportuno si è fatto vedere. Di Felice è stato 10°: è sicuramente
un buon inizio e voglio fare i complimenti a tutti i ragazzi”.
Un’ultima battuta infine con Marco Baccolo assessore allo sport di San Felice del
Benaco. “Mentre passa in archivio questa edizione della Coppa San Geo, prenoto
subito anche l’arrivo del 2023. So che ci sono tante richieste ma io ci conto”. Gianni
Pozzani e Luigi Borno a due passi non commentano. Ma da cosa nasce cosa…

ORDINE DI ARRIVO:
1° ZAMBELLI SAMUELE (WORK SERVICE GROUP VITALCARE VEGA)
2° KINGSTON MATTHEW (ZAPPI RACING TEAM)
3° PERSICO DAVIDE (TEAM COLPACK BALLAN) a 2″
4° VENCHIARUTTI NICOLA (WORK SERVICE GROUP VITALCARE VEGA)
5° DAPPORTO DAVIDE (INEMILIAROMAGNA S.S.D. A R.L.)
6° FOLDAGER ANDERS (BIESSE – CARRERA)
7° BIANCALANI ANDREA (BELTRAMI TSA TRE COLLI)
8° BASEGGIO MATTEO (U.C TREVIGIANI ENERGIAPURA MARCHIOL)
9° COLNAGHI ANDREA (ONEC TEAM)
10° DI FELICE FRANCESCO (GALLINA ECOTEK LUCCHINI)